Categorie
Dolori mestruali

Sigarette e dolori mestruali: perché fumare peggiora la dismenorrea e la sindrome pre mestruale?

Il fumo di sigaretta è altamente dannoso per la salute di tutti gli esseri umani a prescindere dal loro sesso: per quanto riguarda le donne nello specifico il tabacco aumenta il rischio di tumore al collo dell’utero, diminuisce la fertilità, anticipa la menopausa e provoca rischi al feto durante la gravidanza.

Le fumatrici però hanno anche maggiori possibilità di soffrire di dolori mestruali; anzi, sembra che l’intensità della dismenorrea sia direttamente proporzionale al numero di sigarette fumate: com’è possibile?

I dolori mestruali sono più forti nelle donne che fumano: lo studio

La correlazione fra l’intensità dei crampi mestruali e il fumo di sigaretta è stata analizzata in uno studio australiano: i dati che emergono indicano che rispetto alle non fumatrici, le donne che fumano tendono a soffrire di dismenorrea più intensa e – perdipiù – il dolore aumenta con l’aumentare delle sigarette fumate.

Sono state prese in analisi 9.067 donne australiane fumatrici e non fumatrici dal 2000 al 2012 con quattro diversi livelli di dismenorrea (l’ultimo era il livello cronico); paragonate con le donne che non avevano mai fumato, coloro che facevano uso di sigarette – in quel momento o in passato – avevano possibilità molto più elevate (33% per le ex fumatrici e 41% per le fumatrici) di rientrare nel gruppo della dismenorrea cronica.

Questo studio indica anche che quando una donna inizia a fumare in giovane età corre un rischio maggiore di soffrire di dismenorrea cronica: il rischio è un 59% più elevato per coloro che hanno iniziato a fare uso di sigarette prima dei 13 anni e un 50% più elevato per chi ha iniziato tra i 14 e i 15 anni.

Perché le sigarette peggiorano i dolori mestruali?

Il nesso tra l’aumento dei crampi mestruali e il fumo di sigaretta non è ancora del tutto chiaro ma sono state formulate alcune ipotesi a riguardo:

  • la causa potrebbe essere una diminuzione della quantità di ossigeno disponibile a livello uterino
  • il fumo di sigaretta causa vasocostrizione, ovvero la contrazione dei vasi sanguiferi; quando i vasi che si trovano a livello dell’utero si contraggono causano dolore

Anche gli ormoni potrebbero avere un ruolo chiave nell’associazione fra fumo e dismenorrea, soprattutto se l’abitudine delle sigarette viene presa durante la pubertà o la pre-adolescenza: è in questo periodo che la maggior parte degli ormoni comincia a entrare in gioco, per questo iniziare a fumare prima dei 13 anni di età può condizionare negativamente l’asse ormonale.

Il fumo di sigaretta peggiora anche la sindrome pre mestruale?

Secondo i ricercatori dell’Università del Massachusetts è probabile che il fumo abbia effetti negativi sui livelli degli estrogeni, del progesterone, degli androgeni e della gonadotropina: come conseguenza di ciò anche i sintomi della sindrome pre mestruale possono essere più intensi.

In conclusione

Gli effetti negativi del fumo sulla salute sono ormai universalmente riconosciuti e, come abbiamo già visto all’inizio di questo approfondimento, per le donne i rischi riguardano anche la sfera riproduttiva.

Non tutte le donne che fumano hanno mestruazioni dolorose (o più dolorose rispetto a chi non fuma) ma nel caso fossimo fumatrici e dovessimo soffrire di dismenorrea avremmo una ragione in più per eliminare le sigarette: ne guadagneremmo in salute e – forse – soffriremmo meno durante la fase mestruale.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Di Stella Fumagalli

Classe 1986, scrivo su diversi blog dal 2011.
Sono un'appassionata di scienza, femminismo, animali, film horror e tatuaggi.
Amo leggere, odio cucinare, sono intollerante con chi non tollera.
Stay human.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *