Categorie
Dolori mestruali

Rimedi senza farmaci per i dolori mestruali: il TENS e i cerotti riscaldanti funzionano?

Andiamo a vedere come alleviare i dolori mestruali senza ricorrere a medicinali o farmaci.

[Questo post contiene link sponsorizzati]*

Per molte donne i dolori mestruali (intesi come mal di pancia e mal di reni) sono un appuntamento mensile: la maniera più “immediata” di trovare sollievo è utilizzare gli antidolorifici e antinfiammatori ma sono sempre di più le donne che desiderano fare a meno di questi farmaci e dei loro effetti collaterali.

Per questo c’è sempre più interesse per trovare rimedi per i dolori mestruali senza farmaci efficaci anche per tutte coloro che non traggono beneficio da tisane e attività fisica o altre soluzioni prive di medicinali.

In questo articolo parleremo nello specifico di due prodotti: lo stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi (TENS) e i cerotti riscaldanti.

Andiamo a vedere di cosa si tratta!

Stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi (TENS)

Questo oggetto è una sorta di elettrostimolatore: applicando degli elettrodi sulla pancia o sulla schiena (dove avvertiamo dolore) si ricevono impulsi elettrici di bassa intensità che attivano le fibre nervose riducendo così la sensazione di dolore.

Livia

Uno dei TENS più famosi è Livia, un prodotto che ha vinto diversi premi e di cui hanno parlato importanti testate.

E’ un piccolo elettrostimolatore dotato di due elettrodi che si posizionano sulla zona in cui si avverte dolore: il suo funzionamento si basa sulla “Teoria del Cancello” o “Gate control Theory” secondo la quale la trasmissione di segnali innocui permette di chiudere la porta ai segnali di dolore.

Quello che fa Livia, quindi, è trasmettere degli impulsi dalla superficie esterna delle pelle alle terminazioni nervose per impedire al messaggio di dolore di arrivare al cervello.

Questo prodotto costa 177 dollari (circa 159 €) e ha una garanzia di soddisfatti o rimborsati entro 120 giorni dall’acquisto; sul sito del prodotto viene dichiarato che in uno studio clinico indipendente su 163 donne affette da forte dolori mestruali che hanno testato Livia, l’80% di loro ha dichiarato che grazie a Livia ha eliminato completamente o in maniera molto significativa l’uso di farmaci per tenere sotto controllo il dolore nei giorni delle mestruazioni.

TensCare Ova+

Ci sono TENS ben più economici di Livia: ad esempio questo TensCare Ova+ che costa una trentina di euro. 

Su Amazon (e sulla maggior parte degli ecommerce) è possibile consultare le recensioni di chi ha comprato e provato i prodotti prima di noi; per quanto riguarda TensCare Ova+ i pareri sono discordanti ma la maggior parte delle donne sembrano d’accordo nell’affermare che hanno sentito beneficio dall’utilizzo di questo stimolatore elettrico transcutaneo.

Anche la tecnologia di questo TENS si basa sulla “Gate control Theory”: blocca i segnali di dolore prima che raggiungano il cervello ed aiuta a rilassare i muscoli contratti.

Sia Livia che TensCare Ova+ sono piccoli e possono essere indossati sia in casa sia fuori casa poiché la loro dimensione non li rende visibili sotto i vestiti (anche se in estate con le magliette leggere potrebbero notarsi di più).

Questi sono solo due esempi ma i prodotti sul mercato sono diversi: prima di acquistarne uno è bene documentarsi online leggendo le caratteristiche tecniche e le recensioni di chi l’ha già provato.

Lo stimolatore elettrico transcutaneo dei nervi funziona?

Non c’è una risposta univoca a questa domanda: la “Gate control Theory” ha una solida base scientifica e molte donne notano beneficio utilizzando i TENS; non tutte però siamo uguali e non tutto ciò che funziona con alcune donne funziona anche con le altre, quindi l’efficacia di questi prodotti dipende da persona a persona (con Livia, per esempio, veniamo rimborsate se lo proviamo e non notiamo efficacia).

Cerotti riscaldanti

Non si tratta di comuni cerotti (come quelli che si utilizzano quando ci si taglia) ma si fasce adesive che una volta indossate si “attivano” generando calore per diverse ore di seguito.

Il calore è un toccasana per i dolori mestruali poiché aumenta l’afflusso di sangue nella zona dove viene applicato e, in questo modo, il tessuto connettivo riesce a distendersi più facilmente e la sensazione dolorosa diminuisce.

Per questo chi soffre di dolori mestruali trova sollievo facendo una doccia o un bagno caldo o utilizzando una boule dell’acqua calda o un cuscino riscaldante; queste soluzioni però sono praticabili solo quando si è a casa mentre i cerotti riscaldanti possono essere indossati in praticamente qualsiasi situazione.

Un esempio sono i cerotti ThermaCare Menstrual: su Amazon il pack da 3 cerotti costano 12 euro (un cerotto dura per 8 ore circa) ma questo prodotto (o simili, come questi cerotti MenstruHeat) si trova anche in farmacia e parafarmacia.

I cerotti riscaldanti funzionano?

Anche qui, è difficile dare una risposta che sia vera per tutte le donne.

E’ dimostrato che il calore aiuta con i crampi mestruali e con il dolore in generale, l’efficacia di questa soluzione dipende però da donna a donna e dall’intensità della dismenorrea.

*i link verso Amazon sono tracciati e, nel caso di acquisti entro 24 ore, ci verrà riconosciuta una piccola percentuale.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Di Stella Fumagalli

Classe 1986, scrivo su diversi blog dal 2011.
Sono un'appassionata di scienza, femminismo, animali, film horror e tatuaggi.
Amo leggere, odio cucinare, sono intollerante con chi non tollera.
Stay human.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *