Categorie
Educazione sessuale

Giornata mondiale del benessere sessuale 2020: il piacere sessuale ai tempi del COVID-19

Nel 2020 si celebra la decima edizione della Giornata mondiale del benessere sessuale

Il 4 settembre si celebra la Giornata mondiale del benessere sessuale che fu istituita dall’OMS nel 2010 (il World Sexual Health Day).

Cosa intende l’OMS per “benessere sessuale”?

Con questa espressione si descrive la buona salute sessuale di un individuo che richiede:

  • un approccio rispettoso alla sessualità e alle relazioni sessuali
  • la possibilità e la capacità di avere esperienze sessuali piacevoli e sicure
  • la libertà da qualsiasi forma di coercizione, discriminazione e violenza riguardanti la sfera affettiva e sessuale

Il benessere sessuale è quindi un insieme di aspetti fondamentale per la salute delle persone, delle coppie e delle famiglie con conseguenze sullo sviluppo socio economico di comunità e Paesi.

Quando parliamo di problemi nella sfera sessuale ci sono intere categorie di persone che vengono spesso dimenticate come i disabili o agli anziani: sarebbe bello che la nostra società si attrezzasse – a partire dall’inserimento di un programma di educazione sessuale inclusivo e completo già nelle scuole – per non lasciare indietro nessuno, perché vivere appieno la propria sessualità è una delle chiavi per la felicità, un traguardo che ogni essere umano merita di raggiungere.

Vivere appieno la sessualità, per alcune persone, vuol dire non viverla affatto: alcuni individui asessuali non hanno alcun interesse verso il sesso, e non si tratta di un problema da risolvere ma di un orientamento da rispettare.

Infine, un appunto: il tema della Giornata mondiale del benessere sessuale 2020 è – come era da aspettarsi – legato all’attuale pandemia: “Sexual Pleasure in Times of COVID-19” (Il piacere sessuale ai tempi del COVID-19).

Il Coronavirus ha cambiato anche le dinamiche sessuali di tantissime persone: persone che per l’ansia o la preoccupazione legata all’epidemia hanno perso ogni appetito sessuale all’interno del rapporto di coppia, la necessità di distanziamento fisico che rende impossibili (o comunque per nulla raccomandabili) i rapporti promiscui, il lockdown che ha fatto scoprire a tante coppie costrette alla distanza il sexting e il sesso via webcam…

E voi, come state vivendo il piacere sessuale ai tempi del COVID-19?

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Di Stella Fumagalli

Classe 1986, scrivo su diversi blog dal 2011.
Sono un'appassionata di scienza, femminismo, animali, film horror e tatuaggi.
Amo leggere, odio cucinare, sono intollerante con chi non tollera.
Stay human.

2 risposte su “Giornata mondiale del benessere sessuale 2020: il piacere sessuale ai tempi del COVID-19”

Ciao stella, volevo chiederti una cosa…
Sono molto in ansia…
Il ciclo lo scorso mese mi doveva arrivare il 28 giugno e mi è arrivato il 9 agosto… Ora in questo mese mi doveva arrivare il 9 invece ancora nessuna traccia… Ho dolori al basso ventre… Mal di stomaco… Pancia dura seno dolorante e gonfio… Premetto cche non avuto nessun rapporto a rischio solo masturbazioni con il mio ragazzo… Ma senza penetrazione…
Ancor anessuna traccia di ciclo ho paura e sono in ansia… Diciamo che in questi mesi ce un po di stress e poi il pensiero va sempre al ciclo se non prima arriva…
Ho paira che il mio ragazzo mi ha messo il dito sporco del liquido che esce prima dello sperma…
Ho un paura tremena aiutami perfavore grazie…

Ciao Cristina!

Mi sembra di capire che il tuo ciclo non è molto regolare quindi non mi preoccuperei se le mestruazioni sono in ritardo, soprattutto considerando il fatto che non hai avuto rapporti a rischio.

L’eventualità che ti fa preoccupare, ovvero che tu sia rimasta incinta con una penetrazione delle dita sporche di liquido pre-eiaculatorio, è davvero remota: questo liquido può contenere spermatozoi (non è detto che li contenga, ma potrebbe essere) ma in piccolissime quantità (per questo il coito iterrotto non è un metodo anticoncezionale affidabile).

Per giunta, la vita di uno spermatozoo “all’aria aperta” è di pochissimi minuti, non sopravvive a lungo come può farlo all’interno della vagina quando c’è un’eiaculazione in vagina. Quindi se il tuo ragazzo avesse avuto le mani sporche di liquido pre-eiacultatorio, e se questo avesse contenuto spermatozoi, probabilmente non sarebbero sopravvissuti sulle sue mani prima di entrare in contatto con la tua vagina.

L’ansia e lo stress possono spesso far ritardare le mestruazioni: più le mestruazioni ritardano più tu sei in ansia e si crea un circolo vizioso.

Se può farti stare più tranquilla fai un test di gravidanza così definitivamente ti toglierai il dubbio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *