Categorie
Mestruazioni

Avere le mestruazioni nei campi di concentramento nazisti: l’esperienza delle donne nei lager

Mestruazioni e olocausto all’apparenza sono due argomenti totalmente scollegati, invece per molte donne imprigionate nei lager le mestruazioni sono state salvezza, paura o sororità.

Chi ha sentito parlare Liliana Segre – senatrice a vita e superstite dell’Olocausto – forse avrà notato che, raccontando della sua esperienza ad Auschwitz, la Segre menziona la perdita delle mestruazioni come una delle umiliazioni che le donne nei campi di concentramento dovevano subire.

Le mestruazioni possono scomparire quando una donna subisce un trauma o perde peso in modo significativo, due condizioni che accomunavano la totalità delle recluse dei campi di concentramento che – quindi – spesso smettevano di mestruare.

Per tante donne questo fu motivo di angoscia, temevano infatti di essere diventate sterili e di non poter più avere figli neanche una volta uscite dai lager.

Però anche chi aveva ancora le mestruazioni nei campi non aveva vita facile: le condizioni igieniche erano pietose, e senza biancheria o vestiti di ricambio le donne dovevano subire l’umiliazione di rimanere sporche per giorni, nonostante cercassero di arrangiarsi alla meglio con pezzuole di stoffa ricavate dalle “divise” che venivano date alle detenute; questi assorbenti improvvisati venivano regalati, barattati e talvolta rubati.

Ma le mestruazioni hanno rappresentato anche un’ancora di salvezza per alcune ragazze e donne recluse: le hanno salvate da stupri o da operazioni chirurgiche e hanno creato un vincolo con le altre prigioniere.

Alcune ragazzine infatti hanno avuto il menarca proprio nei campi di concentramento, e sono state le altre donne – le loro compagne di tragedia – che hanno spiegato loro cosa stesse succedendo e cosa dovevano fare, comportandosi come madri, nonne, sorelle.

Le mestruazioni nei campi di concentramento sono un argomento di cui al momento si è parlato poco ma di cui ci sarebbe ancora molto da dire.

[Fonte: Il Post]

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Di Stella Fumagalli

Classe 1986, scrivo su diversi blog dal 2011.
Sono un'appassionata di scienza, femminismo, animali, film horror e tatuaggi.
Amo leggere, odio cucinare, sono intollerante con chi non tollera.
Stay human.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *