Categorie
Mestruazioni sostenibili Prodotti per le mestruazioni

Assorbenti di stoffa o lavabili: come si lavano, quanti comprarne e quanto durano? Tutto quello che c’è da sapere

La crescente sensibilizzazione riguardo alle problematiche legate alla sostenibilità e all’inquinamento del pianeta hanno portato molti di noi a rivedere abitudini dannose di cui – spesso – non ci rendevamo nemmeno conto: così sono già in tanti a usare una caraffa filtrante invece dell’acqua in bottiglia, oppure a utilizzare retine in stoffa per la frutta e la verdura invece dei sacchetti usa e getta, e così via.

A prendere parte a questa “rivoluzione sostenibile” sono anche tante donne che decidono di rivedere completamente le loro abitudini riguardo ai prodotti utilizzati per le mestruazioni, eliminando (o limitando) l’uso di assorbenti, tamponi o salvaslip usa e getta a favore di alternative ecologiche e riutilizzabili come la coppa mestruale o gli assorbenti di stoffa.

Categorie
Mestruazioni Mestruazioni sostenibili Prodotti per le mestruazioni

Dove buttare assorbenti, tamponi, salvaslip e coppette mestruali? Guida per riciclare i prodotti del ciclo e mestruare in modo sostenibile

Nel 2016 The Guardian raccontava che la metà delle donne inglesi buttava i tamponi nel water: questa abitudine scorretta non solo causa danni e blocchi alle tubature ma ha anche un grandissimo impatto ambientale, poiché gli assorbenti che raggiungono gli scarichi vanno poi a finire nel mare (e sulle spiagge).

Molte donne pensano di poter buttare gli assorbenti nel water poiché questi sono realizzati in cotone; tuttavia, come vedremo nel dettaglio più avanti, nella composizione degli assorbenti tradizionali c’è molto di più e – anche per questo – non possono essere buttati nel water.

Dove bisogna gettarli quindi? E come comportarsi quando arriva il momento di disfarsi degli altri prodotti mestruali (coppetta, assorbenti in cotone, etc.)?