Categorie
Educazione mestruale Interviste

L’ostetrica e il suo ruolo chiave nell’educazione mestruale: intervista a Barbara Colombo, ostetrica

Quando pensiamo alla salute sessuale delle donne probabilmente la prima figura professionale che ci viene in mente è quella del ginecologo.

Sebbene le visite ginecologiche siano importanti per la salute intima delle donne (soprattutto quando inizia l’attività sessuale), il ginecologo non è l’unico professionista che si prende cura della salute femminile.

Categorie
Educazione mestruale

Educazione mestruale come base di una cultura inclusiva e rispettosa: la nostra intervista alla pedagogista mestruale Sara Lea Cerutti

[Fonte immagine: pagina Facebook “Educazione mestruale” di Sara Lea Cerutti]

Quando parliamo di “educazione mestruale” tendiamo a pensare al preparare le ragazzine all’arrivo delle mestruazioni e all’insegnare loro ciò che bisogna sapere sul ciclo mestruale, una costante nella loro vita dal menarca alla menopausa.

Sebbene l’educazione mestruale sia anche questo, in realtà è molto di più: si tratta di un approccio multidisciplinare il cui obiettivo non è solo educare le bambine per ciò che le aspetta, ma mettere le fondamenta per una cultura nella quale maschi e femmine – già da piccoli – possano imparare il rispetto per il proprio corpo e per quello degli altri, e a comprendere le varie sfaccettature dell’emotività, sessualità e dei cambiamenti fisici ed emozionali senza tabù né (pre)giudizi.

Per approfondire questo importantissimo argomento abbiamo intervistato Sara Lea Cerutti, pedagogista mestruale: ecco cosa ci ha raccontato!

Categorie
Ciclo mestruale Mestruazioni

Educazione mestruale: quando e come parlare a bambine e bambini delle mestruazioni?

Abbiamo visto come in moltissime culture del mondo (e, in certo modo, anche nella nostra) le mestruazioni siano oggetto di miti e false credenze che possono condizionare molto negativamente la vita di ragazze e donne: alla base di queste dicerie vi è molta disinformazione dovuta anche a una mancanza di comunicazione.

Per questo aspettare che arrivi il menarca per parlare a una bambina delle mestruazioni è decisamente troppo tardi; l’educazione che riguarda il funzionamento del nostro corpo nelle varie fasi della vita dovrebbe essere un processo continuo all’interno della famiglia, e che riguardi tutti i suoi membri.

E’ anche vero che fare di punto in bianco “il discorso” a una bambina o a un bambino (in questo caso parliamo delle mestruazioni, ma è un concetto che si può applicare a tantissimi altri argomenti) può essere controproducente: rischiamo di far sentire i bambini non a loro agio, di dare un’importanza eccessiva alla questione e di dare troppe informazioni tutte insieme.

Qual è quindi il modo migliore di parlare ai bambini delle mestruazioni? E quando farlo?