Domande & Risposte

Ciclo mestruale (6)

Le mestruazioni sono le perdite di sangue che si presentano nella fase mestruale del ciclo; il ciclo mestruale invece è il periodo di tempo che va dal primo giorno di una mestruazione (il primo giorno in cui si comincia a sanguinare) al primo giorno della mestruazione successiva ed è composto da quattro differenti fasi.

Scopri di più nell’approfondimento del blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La prolattina è chiamata anche luteotropina ed è un ormone femminile secreto dall’ipofisi.

La sua funzione principale riguarda l’allattamento: è la prolattina a permettere che – dopo una gravidanza e per tutta la durata dell’allattamento – le ghiandole mammarie siano in grado di produrre latte.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli estrogeni sono ormoni sessuali steroidei femminili (anche se, in minor misura, sono presenti anche negli uomini) che vengono secreti dalle ovaie, dalle ghiandole surrenali, dal fegato e – durante la gravidanza – dalla placenta.

Gli estrogeni sono responsabili dello sviluppo dei caratteri secondari femminili:

  • lo sviluppo del seno (telarca)
  • l’arrivo della prima mestruazione (menarca)
  • l’allargamento dei fianchi

I livelli di estrogeno aumentano con l’arrivo della pubertà e lo sviluppo sessuale della donna: questi ormoni stimolano la maturazione dell’utero, della vagina, dell’endometrio e delle tube di Falloppio.

Il livello di estrogeni si mantiene più o meno stabile fino alla menopausa, dopo questo momento si verifica un calo significativo.

Ci sono tre tipi di estrogeni:

  1. estradiolo: negli anni fertili della vita di una donna è l’estrogeno che si trova in maggior quantità
  2. estriolo: chiamato anche E3, viene prodotto in grandi quantità durante la gravidanza
  3. estrone: chiamato anche follicolina, è l’estrogeno meno abbondante

Durante il ciclo mestruale il livello degli estrogeni raggiunge il suo picco nella fase ovulatoria, quando avviene l’ovulazione; nella fase successiva – quella luteale – gli estrogeni (insieme al progesterone) cominciano a calare, a tal punto che la loro diminuzione porta alla mestruazione.

I livelli di questi ormoni ricominciano a salire non appena finisce la fase mestruale.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il ciclo mestruale è il periodo di tempo che va dal primo giorno di una mestruazione (il primo giorno in cui si comincia a sanguinare) al primo giorno della mestruazione successiva ed è composto da quattro differenti fasi.

Normalmente il ciclo mestruale viene considerato di 28 giorni, ma è molto difficile che una donna mestrui con questo “tempismo”: è più facile che il ciclo vada dai 21 ai 35 giorni (dai 21 ai 45 nelle ragazze giovani, prima dei 18 anni).

Scopri di più nell’approfondimento del blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il progesterone è un ormone sessuale femminile che viene secreto dalle ovaie, dal fegato, dalle ghiandole surrenali e – durante la gravidanza – anche dalla placenta; in misura minore ma anche gli uomini producono progesterone, secreto dai testicoli e dalle ghiandole surrenali.

L’organismo della donna comincia a produrre progesterone dopo l’arrivo del menarca e, insieme agli estrogeni, partecipa nello sviluppo dei caratteri sessuali secondari femminili.

Quando avviene l’ovulazione le ovaie cominciano a secernere il progesterone; questo ormone fa in modo che l’endometrio produca speciali proteine in grado di nutrire un eventuale ovulo fecondato, rendendo l’endometrio un ambiente perfetto per lo sviluppo dell’embrione.

Dalla decima settimana di gestazione sarà la placenta a produrre il progesterone e ad assicurarsi che questo ormone si mantenga al livello ottimale per garantire una gravidanza sicura.

Se, invece, l’ovulo non è stato fecondato l’eccesso di progesterone di cui il corpo non ha bisogno verrà espulso con la mestruazione.

Il progesterone ha una funzione importante anche nel periodo dell’allattamento perché aiuta a preparare le ghiandole mammarie aumentando la dimensione del seno in preparazione alla produzione di latte materno.

Altre funzioni importanti del progesterone sono:

  • aumentare la produzione di sodio e cloro
  • far rilassare l’utero
  • aumentare le secrezioni del collo uterino
  • mantenere la vascolarizzazione della mucosa uterina

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il ciclo mestruale ha quattro fasi:

  1. fase mestruale
  2. fase follicolare
  3. fase ovulatoria
  4. fase luteale

Un ciclo mestruale comincia con la prima perdita di sangue (che indica l’inizio della fase mestruale) e finisce con la prima perdita di sangue della fase mestruale successiva.

L’inizio della mestruazione, quindi, indica la fine del ciclo mestruale precedente e l’inizio di un nuovo ciclo mestruale.

Scopri tutte le fasi del ciclo mestruale nell’approfondimento del blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Ciclo mestruale

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disturbi mestruali (9)

E’ un fenomeno per il quale il sangue mestruale che contiene cellule dell’endometrio invece di uscire dal canale vaginale fluisce “all’indietro” risalendo le tube di Falloppio ed entrando nella cavità pelvica.

Le cellule dell’endometrio presenti in questo sangue mestruale aderiscono alle pareti pelviche e alle superfici degli organi pelvici dove crescono e si ingrossano, sanguinando ad ogni ciclo mestruale.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo disturbo è caratterizzato da cicli mestruali corti (meno di 21 giorni) che causano quindi mestruazioni ravvicinate (le mestruazioni sono però fisiologiche in durata e flusso).

Le cause più comuni della polimenorrea possono essere:

 

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si parla di amenorrea quando vi è assenza di mestruazioni, ma questa condizione può essere primaria e secondaria:

  1. l’amenorrea primaria riguarda tutte quelle ragazze che – nonostante abbiano raggiunto e superato i 16 anni di età – non hanno mai avuto il menarca
  2. l’amenorrea secondaria invece si manifesta nelle ragazze o nelle donne che hanno già le mestruazioni che, però, si interrompono per un periodo di sei mesi o più.

Leggi l’approfondimento sull’amenorrea!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La menorragia è il termine tecnico usato per indicare le fasi mestruali accompagnate da un flusso con una durata e un’intensità fuori dal normale.

Sono tante le donne che possono sperimentare mestruazioni abbondanti ma la maggior parte di loro non ha un’emorraggia così intensa da essere definita menorragia.

I sintomi della menorragia sono:

  • riempire uno o più assorbenti all’ora per varie ore consecutive
  • dover utilizzare protezioni igieniche speciali per arginare il flusso mestruale (assorbenti per incontinenza, assorbenti post parto, etc.)
  • bisogno di cambiarsi durante la notte
  • sanguinare per una settimana o oltre
  • espellere coaguli di sangue grandi come una moneta da 2 € o più
  • dover limitare le attività a causa del flusso mestruale abbondante
  • avere sintomi di anemia (stanchezza, spossatezza, difficoltà per respirare)

Le cause della menorragia possono essere:

  • utilizzo della spirale intrauterina
  • squilibri ormonali
  • malfunzionamento delle ovaie
  • fibroma uterino
  • adenomiosi
  • polipo uterino
  • disfunzioni genetiche che causano emorragie spontanee (come la malattia di von Willebrand)
  • uso di alcuni farmaci
  • malattie renali o epatiche
  • cancro all’utero o al collo dell’utero
  • aborto spontaneo

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La metrorragia è il sanguinamento uterino anomalo che si verifica in un momento in cui il flusso mestruale non dovrebbe presentarsi (gravidanza, prima del menarca, tra una mestruazione e l’altra).

Non è considerata una patologia a sè ma una conseguenza di altre patologie (non solo a livello ginecologico).

Le princiapli cause della metrorragia sono:

  • cancro all’endometrio
  • cancro dell’utero
  • gravidanza ectopica
  • aborto spontaneo
  • poilipi uterini
  • miomi uterini
  • uso della spirale uterina
  • malattie sessualmente trasmissibili
  • cervicite
  • menopausa

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E’ una parola tedesca che significa letteralmente “dolore di mezzo”: indica una sensazione dolorosa al basso ventre che alcune donne sperimentano regolarmente durante l’ovulazione.

Non tutte le donne lo manifestano e le cause all’origine di questo fenomeno sono ancora sconosciute: si pensa che possa essere dovuto all’irritazione della parete addominale causata dal sangue che fuoriesce dal follicolo ovarico che si rompe, oppure che il follicolo causi la dilatazione dolorosa della superficie dell’ovaia.

Le donne che sperimentano il Mittelschmerz a volte lamentano un dolore molto intenso e, in alcuni casi, una piccola emorragia; di solito i sintomi durano solo qualche ora.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Con oligomenorrea si indica un ciclo mestruale dalla durata irregolare, che va quindi oltre i 35 giorni.

E’ perfettamente normale che donne completamente sane presentino oligomenorrea: la fase preovulatoria può variare da persona a persona (e anche da ciclo a ciclo) e – se più lunga – può determinare un ritardo nella comparsa delle mestruazioni.

Leggi l’approfondimento sull’oligomenorrea!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La sindrome premestruale (SPM) è un insieme di sintomi che si manifesta prima dell’arrivo delle mestruazioni.

Possono apparire da 14 a 11 giorni prima della fase mestruale (quindi in corrispondenza o poco dopo l’ovulazione) e, di solito, spariscono dopo 1 o 2 giorni dall’inizio delle perdite di sangue.

Tra i disturbi dell’umore e/o del comportamento più frequenti durante la sindrome premestruale troviamo:

  • sbalzi d’umore
  • crisi di pianto
  • ansia
  • comportamento ostile e aggressivo con attacchi di rabbia verso se stesse e gli altri
  • problemi ad addormentarsi
  • problemi di concentrazione
  • cambiamenti nella libido (perdita o aumento del desiderio sessuale)
  • scarsa autostima
  • sensi di colpa
  • voglia vorace di cibo, soprattutto dolce
  • depressione
  • irritabilità

I disturbi fisici che più spesso le donne avvertono durante la SMP sono:

  • dolori muscolari o articolari
  • seno dolorante
  • mal di testa
  • stanchezza
  • ritenzione idrica con conseguente aumento di peso
  • gonfiore addominale
  • comparsa di brufoli
  • stitichezza o diarrea
  • intolleranza all’alcool
  • intolleranza alla luce o ai suoni

Scopri cause e rimedi della sindrome premestruale nell’approfondimento del blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si tratta di una sindrome che si può manifestare nelle atlete che praticano attività sportive molto intense in maniera regolare e che non assumono la quantità adeguata di calorie e sostanze nutritive attraverso l’alimentazione.

Viene chiamata “triade” perché generalmente è composta da tre condizioni principali, di solito correlate, ma che possono anche non manifestarsi tutte insieme:

  1. assenza di mestruazioni (amenorrea)/ mestruazioni irregolari (oligomenorrea)
  2. peso corporeo basso / massa ossea bassa (quantità di minerali contenuti nelle ossa; più la massa è alta più l’osso è robusto)
  3. alimentazione inadeguata

Leggi l’approfondimento sulla triade dell’atleta femmina

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dolori mestruali (2)

Le mestruazioni dolorose prendono il nome di “dismenorrea”: questo fenomeno, a sua volta, si divide in dismenorrea primaria e dismenorrea secondaria.

La dismenorrea primaria è un disturbo (o un insieme di disturbi) che non ha altre cause se non le mestruazioni stesse; nella dismenorrea secondaria, invece, le mestruazioni sono dolorose come conseguenza di una o più patologie.

Scopri di più sulla dismenorrea nell’approfondimento del blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Durante la fase mestruale del ciclo l’utero si contrae: in questo modo le sue pareti muscolari comprimono i vasi sanguigni che interrompono momentaneamente l’afflusso di sangue ai tessuti.

I tessuti dell’utero, in mancanza di ossigeno (che ricevono dal sangue che, in quel momento, non arriva) rilasciano una serie di sostanze chimiche che causano dolore.

Inoltre, in questa fase, vengono anche rilasciate le prostaglandine, acidi che stimolano le contrazioni dell’utero (e che sono responsabile anche di altri sintomi legati alle mestruazioni come, per esempio, mal di testa, diarrea, vomito).

Scopri di più sui dolori mestruali nell’approfondimento del blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Educazione mestruale (1)

Non c’è un’età alla quale cominciare: l’educazione che riguarda il funzionamento del nostro corpo nelle varie fasi della vita dovrebbe essere un processo continuo all’interno della famiglia, e che riguardi tutti i suoi membri.

Nella maniera adeguata per la loro età, possiamo cominciare a familiarizzare i bimbi con questo concetto già da molto piccoli: in questo caso non ci sarà bisogno di dare dettagli né di spiegare i meccanismi che stanno dietro alla comparsa delle mestruazioni; sarà sufficiente spiegare che si tratta di un processo naturale che succede a tutte le donne.

Scopri come parlare ai bambini delle mestruazioni e alcuni libri per aiutarti a farlo nell’approfondimento del nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mestruazioni (15)

Il capoparto è la prima mestruazione dopo il parto.

Il momento del capoparto cambia: avviene prima nelle mamme che non allattano al seno e dopo nelle mamme che allattano al seno.

Di solito il capoparto dura di più di una normale mestruazione (8-10 giorni) e anche il flusso può essere più intenso.

Leggi l’approfondimento sul capoparto nel nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il menarca è il nome che viene dato alla prima mestruazione nella vita di una donna.

Scopri tutto quel che c’è da sapere sul menarca nell’approfondimento del nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E’ in parte vero ma non si tratta di nessuna magia, è semplice fisica: quando abbiamo le mestruazioni e ci immergiamo interamente nell’acqua l’endometrio continua a sfaldarsi ma la pressione dell’acqua si contrappone alla gravità del sangue che esce dalla vagina.

Il risultato è che mentre il corpo è sommerso il sangue trova un ostacolo (la pressione dell’acqua) che gli impedisce di fuoriuscire.

Tuttavia alcune piccole perdite sono sempre possibili, soprattutto se si ha un ciclo molto abbondante o se si fanno alcuni movimenti (contrazione degli addominali, starnuti, colpi di tosse, risate) quindi – anche se siamo completamente immerse in acqua – ciò non ci garantisce un “blocco” completo del flusso mestruale.

Leggi il post sulle mestruazioni e l’acqua per saperne di più!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La causa sono le fluttuazioni ormonali, soprattutto di estrogeni, progesterone, dopamina e acido γ-amminobutirrico.

Scopri come agiscono questi ormoni sul nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Con l’allattamento al seno i livelli di prolattina nel sangue rimangono alti: la prolattina è un ormone in grado di inibire l’ovulazione, per questo nelle donne che allattano al seno il capoparto può manifestarsi diversi mesi dopo il parto, e comunque più tardi rispetto alle donne che non allattano al seno.

Se le mestruazioni dopo il parto dovessero tornare dopo poco tempo nonostante l’allattamento al seno, c’è un’alta probabilità che si tratti di cicli anovulatori: le mestruazioni ritornano ma non c’è stata ovulazione, quindi non è ancora possibile rimanere di nuovo incinta.

L’allattamento al seno, anche se le mestruazioni non sono ancora tornate, non garantisce una protezione dalle gravidanze indesiderate; tuttavia, se si presentano le seguenti condizioni, le possibilità di rimanere incinta sono ridotte al minimo:

  • le mestruazioni non sono ancora tornate
  • il parto è avvenuto da meno di 6 mesi
  • l’allattamento al seno viene realizzato a richiesta, notte e giorno
  • l’allattamento è esclusivo: ciò significa che il bambino non assume altro al di fuori del latte materno (né aggiunte di latte artificiale, né cibo, né acqua, né tisane, etc.)
  • tra una poppata e l’altra passano meno di 3 ore

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In generale prima dell’arrivo delle mestruazioni possiamo notare questi cambi:

  • il muco cervicale è scarso e gommoso, a volte totalmente assente
  • aumento della fame, con predilezione per i dolci
  • comparsa di brufoli
  • dolore e gonfiore al seno
  • sensibilità ai capezzoli
  • stitichezza o diarrea
  • ritenzione idrica
  • mal di testa
  • dolori addominali
  • gonfiore
  • spotting (piccole perdite scure, di solito di color marrone)
  • sbalzi d’umore

Scopri tante altre informazioni sul nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quando parliamo di ritardo mestruale o di amenorrea la prima cosa che ci viene in mente è la gravidanza, ma ci sono varie cause che possono determinare un ritardo nell’arrivo delle mestruazioni; le più comuni sono:

  • stress
  • perdita di peso improvvisa
  • obesità o sovrappeso
  • esercizio fisico eccessivo
  • sindrome dell’ovaio policistico
  • premenopausa e menopausa
  • pillola anticoncezionale
  • diabete o problemi di tiroide
  • prolattinoma

Scopri sul nostro blog perché queste situazioni possono causare il ritardo mestruale!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In linea di massima nei Paesi sviluppati il menarca arriva tra i 9 e i 16 anni di età: ciò non toglie che alcune bambine potrebbero averlo prima dei 9 anni mentre alcune ragazze potrebbero averlo dopo i 16 anni (sono entrambe casistiche possibili ma piuttosto rare).

Scopri tutto quel che c’è da sapere sul menarca nell’approfondimento del nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La prima mestruazione dopo il parto prende il nome di capoparto e indica il ritorno alla normalità dell’apparato riproduttivo dopo la gravidanza ed il parto.

Nelle mamme che non allattano al seno il capoparto può arrivare già 2 o 3 mesi dopo la nascita del bambino; nelle mamme che allattano esclusivamente al seno, invece, la prima mestruazione dopo il parto arriverà più tardi (anche diversi mesi dopo il parto) poiché la prolattina inibisce l’ovulazione.

Può succedere che l’ovulazione dopo il parto riprenda anche prima del capoparto; per questo anche se le mestruazioni non sono ancora tornate è necessario comunque usare un metodo anticoncezionale nel caso si abbiano rapporti (l’allattamento al seno non è un metodo anticoncezionale).

Leggi l’approfondimento sul capoparto nel nostro blog!

 

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Online si trovano tantissimi consigli più o meno fantasiosi su metodi “fai da te” o “naturali” per posticipare le mestruazioni: nessuno di questi però ha fondamento scientifico e, anzi, in alcuni casi determinate pratiche possono risultare addirittura dannose.

L’unico modo per ritardare efficacemente l’arrivo delle mestruazioni è attraverso l’assunzione di ormoni (progesterone sintetico), si tratta quindi di una soluzione che non va presa alla leggera ma che deve essere contemplata insieme al proprio ginecologo o al medico curante.

Scopri come ritardare le mestruazioni con il progesterone sul nostro blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sì, è completamente sicuro; non c’è nessun problema a immergersi nell’acqua quando si hanno le mestruazioni, sia al mare che in piscina o nella vasca da bagno.

Nuotare può anzi avere dei benefici sui crampi mestruali, così come l’acqua calda della vasca da bagno aiuta ad alleviare il mal di pancia; bisognerebbe evitare di immergersi solo se le mestruazioni sono accompagnate da altri sintomi che possono mettere a repentaglio la nostra sicurezza in acqua (capogiri, nausea, etc.).

Leggi il post sulle mestruazioni e l’acqua per saperne di più!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se una donna si sente bene e se non è a disagio può avere rapporti sessuali senza nessun tipo di problema durante le mestruazioni: il sesso durante la fase mestruale del ciclo è sicuro e in linea di massima non comporta maggiori rischi rispetto al sesso in qualsiasi altro giorno del ciclo.

Scopri tutto quello che c’è da sapere sul sesso nella fase mestruale!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un esercizio fisico moderato e controllato può apportare diversi benefici durante la fase mestruale del ciclo, ma può aiutare anche a rendere più tollerabili i sintomi della sindrome premestruale.

Non sempre è possibile o consigliabile allenarsi durante i giorni della fase mestruale: le donne che soffrono di dolori estremamente intensi (o di disturbo disforico premestruale) hanno sintomi così severi da condizionare in maniera significativa la normale realizzazione anche delle attività più semplici e meno impegnative.

Anche le donne che durante le mestruazioni non hanno problemi ad allenarsi dovrebbero comunque ricordare che di solito, in questa fase del ciclo, il controllo motorio è minore quindi le donne corrono un rischio maggiore di strappi muscolari durante l’allenamento; per questo è meglio evitare di realizzare un esercizio fisico molto intenso e preferire uno sforzo più controllato.

Scopri gli sport migliori da praticare quando si hanno le mestruazioni!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sì, nuotare può avere dei benefici sui crampi mestruali; in questi casi la coppetta mestruale e l’assorbente interno sono le soluzioni più indicate: entrambi raccolgono il flusso mestruale direttamente dentro la vagina, senza bisogno che questo fuoriesca.

Inoltre, se inseriti correttamente, non danno fastidio e non ostacolano i movimenti.

Esistono anche appositi costumi realizzati in materiale assorbente per poterli utilizzare senza indossare la coppetta o il tampone.

Leggi il post sulle mestruazioni e l’acqua per saperne di più!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E’ molto difficile che succeda, ma non è del tutto impossibile rimanere incinta se abbiamo un rapporto completo e non protetto durante le mestruazioni: gli spermatozoi possono sopravvivere nel corpo della donna per una settimana circa; quindi, se l’ovulazione dovesse avvenire con qualche giorno di anticipo (eventualità non così rara) nulla vieta allo spermatozoo di incontrare l’ovulo e fecondarlo.

Per questo bisogna prendere precauzioni anche durante le mestruazioni e utilizzare il preservativo: se utilizziamo già un metodo anticoncezionale (pillola, anello, spirale, etc.) siamo protette anche durante i giorni del flusso mestruale e quindi non corriamo rischio di gravidanze indesiderate.

Scopri tutto quello che c’è da sapere sul sesso nella fase mestruale!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Mestruazioni

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mestruazioni e società (1)

Il congedo mestruale (“menstrual leave”) è la possibilità per le donne lavoratrici di astenersi dal lavoro per uno o più giorni al mese – a volte in maniera retribuita e a volte no – quando hanno le mestruazioni, se queste provocano dolori o fastidi incompatibili con il normale svolgimento delle mansioni lavorative.

Scopri di più sul congedo mestruale nel nostro blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Patologie (6)

E’ conosciuto anche come disfonia premestruale o PMDD: può essere considerato come una forma “grave” o “estrema” di sindrome premestruale, ed è caratterizzato da un insieme di sintomi debilitanti che peggiorano sensibilmente la qualità della vita della donna che ne soffre condizionando negativamente la sua vita privata, sociale e lavorativa e causando talvolta altri disturbi dell’umore.

Scopri i sintomi e le cause del disturbo disforico premestruale sul nostro blog.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La cefalea mestruale è un’emicrania che si presenta nel periodo perimestruale, quindi da 2 giorni prima a 3 giorni dopo la comparsa delle mestruazioni: se il mal di testa si presenta anche in altri momenti del ciclo mestruale (e non solo in questo preciso lasso di tempo) non si parla di cefalea mestruale ma di mal di testa collegato al ciclo.

Questa cefalea si presenta come un’emicrania senz’aura (quindi di solito compare al risveglio): il dolore comincia da un lato solo della testa (ma poi può passare a essere bilaterale), è pulsante e può essere accompagnato da nausea, sensibilità alla luce, ai rumori e agli odori.

Inoltre la cefalea mestruale può durare di più rispetto a un “normale” attacco di cefalea e i farmaci che di solito fanno effetto con i classici mal di testa possono non funzionare in questi casi.

Leggi l’approfondimento sulla cefalea mestruale!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E’ chiamata anche TSS (dal nome inglese “toxic shock syndrome”) ed è una malattia causata dall’esotossina (una proteina tossica prodotta da alcuni ceppi batterici) TSST-1 del batterio stafilococco aureo che normalmente è presente nell’organismo della maggior parte delle persone adulte sane (nel naso e nella vagina prevalentemente).

E’ stato dimostrato che i tamponi (soprattutto quelli super assorbenti) e la coppetta intrappolano i batteri nella vagina: in un ambiente caldo e umido ci sono le condizioni favorevoli per replicarsi e produrre le tossine che poi avvelenano l’organismo.

Perché il batterio possa replicarsi è necessario che in vagina sia presente ossigeno: introducendo i tamponi o la coppetta, anche l’ossigeno viene spinto nel canale vaginale.

La TSS è una patologia che risulta mortale nel 50% dei casi; prima viene riconosciuta e trattata e più alto è il tasso di sopravvivenza, mentre minore è il rischio di avere complicazioni future causate dalla malattia.

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulla sindrome da shock tossico.

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si tratta di una patologia a causa della quale l’organismo di alcune donne produce un eccesso di ormoni maschili (iperandrogenismo); questo disequilibrio ormonale influenza l’organismo in diversi modi, dando origine a tutta una serie di sintomi.

Ci si riferisce a questa sindrome anche con la sigla PCOS (dall’inglese Poly-Cystic Ovary Syndrome) ma è conosciuta anche come policistosi ovarica o sindrome di Stein-Leventhal.

L’iperandrogenismo e livelli anormali di altri ormoni sessuali hanno un effetto negativo sul normale rilascio dei follicoli ovarici da parte delle ovaie; le diverse cisti (che danno origine al nome della sindrome) che si possono osservare sulle ovaie delle donne che ne soffrono sono infatti piccoli follicoli ovarici immaturi che, invece di maturare e rilasciare l’ovulo, si accumulano sulle ovaie.

Leggi l’approfondimento sull’ovaio policistico per scoprire sintomi, cause e trattamento!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’asma è una malattia che provoca un’infiammazione delle vie respiratorie che si gonfiano rendendo quindi difficile il passaggio dell’aria e causando il classico respiro sibilante, difficoltà di respirazione, senso di oppressione al petto e tosse.

Durante le mestruazioni il livello degli estrogeni e del progesterone diminuisce drasticamente: questo calo libera molecole infiammatorie non solo a livello dell’utero, ma anche degli altri organi del corpo.

A livello polmonare questo processo causa uno spasmo dei bronchi che nelle donne che già soffrono d’asma può determinare un netto peggioramento della patologia, per questo si parla proprio di asma mestruale.

Leggi l’approfondimento sull’asma mestruale!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si tratta di una patologia nella quale le cellule del rivestimento dell’utero crescono in altre zone del corpo (come le ovaie o le tube di Falloppio, ma talvolta anche in altre zone) causando di solito molto dolore e non di rado problemi per rimanere incinta o portare avanti una gravidanza.

Leggi l’approfondimento sull’endometriosi!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Patologie

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prodotti (2)

Si utilizza nei giorni del flusso mestruale, va inserita quando iniziano le perdite (anche se si tratta di poche perdite che ci avvertono che le mestruazioni sono imminenti) e si può utilizzare per tutti i giorni della fase mestruale, svuotandola e lavandola periodicamente.

Leggi la guida per l’uso della coppetta mestruale con tutto quello che c’è da sapere!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Prodotti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si tratta di un piccolo recipiente a forma “di campana” che viene inserito nel canale vaginale per raccogliere il flusso mestruale; la coppetta quindi, a differenza dei tamponi, non assorbe il sangue ma lo raccoglie al suo interno.

Leggi la guida per l’uso della coppetta mestruale con tutto quello che c’è da sapere!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Prodotti

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Storia (1)

La risposta a questa domanda è complessa ed è da ricercare alle origini della nostra specie: gli essere umani hanno una placenta di tipo emo-coriale, significa che il tessuto fetale penetra nell’endometrio (la mucosa che riveste l’utero) tanto da stare in diretto contatto con il sangue materno.

In questo modo il feto ha accesso diretto al flusso sanguigno della madre ed è in grado di provocare dei cambiamenti che condizionano direttamente la madre e il suo stato di salute: questa condizione può avere risvolti negativi per la salute materna (diabete gestazionale, gravidanza extra uterina, preeclampsia, etc.).

La natura fa quindi in modo che la mamma porti avanti la gestazione solo se l’embrione che deve impiantarsi è sano e per il quale, quindi, “valga la pena rischiare”.

Cosa succede se l’embrione muore, è debole o se non vi è nessun impianto? L’afflusso di sangue all’endometrio diminuisce in modo tale che l’eventuale embrione non possa attaccarvi la placenta e prendere nutrimento: per questo dopo ogni ovulazione che non ha come risultato una gravidanza o una gravidanza salutare l’endometrio si sfalda e viene espulso, dando origine alle mestruazioni.

Scopri di più nell’approfondimento del nostro blog!

Le informazioni ed i consigli offerti su questo sito assumono carattere generale e prescindono da un esame specifico di singole problematiche soggettive e, pertanto, non sostituiscono in alcun modo i consigli del vostro medico curante o specialista. I suddetti contenuti, le informazioni ed i consigli offerti non sono da intendersi, pertanto, come universalmente idonee e/o corrette, nè come diagnosi e/o prescrizioni per problemi di salute. A tale riguardo si precisa che il sito mestruazionisenzatabù.it non può essere ritenuto in alcun modo responsabile per le informazioni che dovessero rivelarsi soggettivamente inappropriate o involontariamente dannose per singoli soggetti

Category: Storia

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Load More